A Boston nasce la giacca in 3D

Una giacca davvero pret-a-porter, senza cuciture, nemmeno per le maniche o i risvolti, praticamente tessuta in 3D.

Costa 250 dollari e la produce Ministry of Supply, a Boston. Siamo in zona di grande tradizione tecnologica e si sente.

Kit, Gihan e Aman, tre ex studenti del MIT, hanno covato per anni l'idea di realizzare in modo innovativo indumenti per l'atletica.

Unitisi cinque anni fa, hanno realizzato la prima t-shirt e nel 2013 si sono rivolti al crowdfunding di Kickstarter, facendo all'epoca il record per il progetto fashion più finanziato.

I tre di Boston ora utilizzano un processo che viene chiamato 3D Robotic Knitting e che fa da apripista alla prossima generazione di progettazione e produzione per l'abbigliamento.

Nell'immaginazione dei fondatori di Ministry of Supply il mondo ideale è quello in cui un cliente può entrare in un negozio, prendersi le misure con una scansione 3D e ordinare un indumento, che viene stampato in soluzione unica esattamente sulla forma del proprio corpo. Con tanti saluti per gli sprechi di tessuto.

Con questa modalità, si legge, una giacca viene creata in un'ora e mezza, un tempo inferiore a quanto solitamente serve per tagliare e cucire la maggior parte degli abiti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here