3D Systems mette il turbo all’odontoiatria digitale

Agli LMT Lab Day di Chicago, giornate dedicate all'odontoiatria digitale, 3D Systems presenta la stampante 3D NextDent 5100 e 18 nuove resine, portando l'intero portafoglio NextDent a 30 materiali.

Secondo la società americana, integrando il NextDent 5100 nel loro flusso di lavoro, i laboratori odontotecnici e le cliniche sono in grado di affrontare più indicazioni con un'unica soluzione.

Nell'odontoiatria le indicazioni sono condizioni che causano dolore o disagio e potenzialmente mettono in pericolo la vita o la salute del paziente.

Per esempio, se una persona ha una malattia gengivale avanzata e ha perso diversi denti, questo potrebbe essere un'indicazione per gli impianti odontoiatrici o per le protesi dentarie.

Con la soluzione NextDent, dice 3D Systems, i laboratori e le cliniche odontoiatriche sono in grado di produrre dispositivi odontoiatrici a una velocità notevolmente superiore, riducendo al contempo gli sprechi di materiale e le spese per attrezzature strumentali, nonché facendo affidamento sui centri di fresatura.

I benefici della produzione additiva si estendono al paziente riducendo il tempo necessario per produrre protesi e ortodonzia, nonché il numero di visite in ufficio necessarie.

Ad esempio, utilizzando la soluzione NextDent 5100, i laboratori odontoiatrici possono ottenere una riduzione del 70% - 80% del tempo necessario per produrre le protesi dentarie. Inoltre, ci si aspetta che i pazienti debbano visitare il dentista solo due volte, contro le quattro o cinque visite attualmente necessarie.

Protesi dentarie in meno della metà del tempo

La produzione di dispositivi protesici e ortodontici mediante i metodi manuali tradizionali richiede molto lavoro e può essere esposta a potenziali errori umani. Facendo riferimento alla produzione di protesi, ad esempio, in laboratorio mediamente servono circa 14 ore di lavoro  dal getto della prima impronta della bocca del paziente alla consegna della protesi finale.

Inoltre, i modelli devono essere spediti tra il laboratorio e lo studio del dentista, dove il paziente effettuerà una media di cinque visite per installare il dispositivo. Il processo comporta anche un notevole spreco di materiale sotto forma di gesso e cera che viene utilizzato in tutte le iterazioni dei modelli che lavorano verso la creazione del prodotto finale.

La stampante 3D NextDent 5100 è dotata della tecnologia proprietaria di 3D Systems, Figure 4, che facilita la stampa 3D ad alta velocità di dispositivi e attrezzature dentali. La stampante è compatibile con le soluzioni software e di scansione intra-orale del settore. Questo flusso di lavoro digitale end-to-end offre inoltre tempi di operatività più elevati e prevedibili, con una significativa riduzione dei rischi per l' operatore.

Il NextDent 5100 è completato da un portfolio di 30 resine NextDent. Offerti in una varietà di colori, questi materiali consentono ai laboratori e alle cliniche odontoiatriche di fornire prodotti finiti che si adattano perfettamente ai denti e alle gengive del paziente.

Tutti i materiali di stampa 3D dentale NextDent sono biocompatibili e certificati CE, il che li rende adatti a un' ampia gamma di applicazioni.

I materiali sono certificati secondo la direttiva 93/42/CEE sui dispositivi medici, elencati alla FDA e registrati in diversi altri paesi.

La soluzione NextDent 5100 è attualmente in fase di beta testing con clienti selezionati e avrà un prezzo inferiore a 10.000 dollari negli Usa e a 10.000 euro nell'UE.

L' azienda prevede di prendere ordini anticipati nel secondo trimestre e la disponibilità generale è prevista per l'estate del 2018.

FabPro 1000 anche per i professionisti dentali

Il portafoglio di prodotti per l' odontoiatria digitale di 3D Systems include anche il FabPro 1000. L' azienda ha annunciato in precedenza questa stampante per affrontare le applicazioni di gioielleria e ingegneria, e ha ampliato le sue capacità per affrontare le indicazioni dentali.

Progettato per garantire precisione, accuratezza, efficienza e risultati ripetibili, il FabPro 1000 è punto di accesso a basso costo per i clienti che sono nuovi nel mercato della stampa 3D o che possono produrre volumi inferiori.

Il software 3D Sprint viene fornito in dotazione con FabPro 1000 per facilitare la preparazione e l'ottimizzazione dei dati CAD e la gestione del processo di produzione additiva.

L'azienda sta ottimizzando la stampante da tavolo FabPro 1000 per la compatibilità con alcuni materiali biocompatibili NextDent selezionati per applicazioni dentali specifiche, a partire da guide chirurgiche e modelli ortodontici e protesici.

La stampante ha un prezzo inferiore a 5.000 dollari negli USA e a 5.000 euro nell'UE.

È possibile effettuare ordini preliminari e la disponibilità generale della stampante è prevista per la primavera 2018.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here