Advanced automation a +169%: così cresce lo smart manufacturing italiano

Advanced Automation, Industrial Internet of Things, Industrial Analytics, Cloud Manufacturing,  Advanced Human Machine Interface, Additive Manufacturing: sono queste le sei declinazioni che assume il mercato dello smart manufacturing.

Un mercato “strano” nelle sue dinamiche, visto che, secondo gli ultimi dati pubblicati dalla School of Management del Politecnico di Milano, da un lato vale già 1,2 miliardi di euro, all’incirca il 10 per cento degli investimenti industriali previsti nel nostro Paese, dall’altro il 38 per cento delle imprese italiane dichiari di non conoscerne i temi.
Curiosamente, il valore sopra riportato non include tre classi tecnologiche (Additive Manufacturing, Advanced automation, Advanced HMI) che pure stanno - e non poco - contribuendo al percorso di rinnovamento digitale dell’industria.

smart manufacturing

In realtà, sempre secondo l’Osservatorio, un terzo delle nostre imprese nazionali già ha attivato progetti perfettamente inseribili in una o più delle tematiche dello smart manufacturing, ma si tratta pur sempre delle realtà più grandi e meglio strutturate, mentre quelle più piccole mostrano sempre un deficit di informatizzazione difficile da colmare.

Data questa premessa, siamo comunque in presenza di un trend positivo, con investimenti in crescita del 20 per cento anno su anno, se pure in prevalenza orientati all’Internet of Things, che da solo drena il 66 per cento del valore.
Anche in questo caso, va detto, c’è un vulnus del quale non si può non tener conto: la maggior parte dei progetti in corso sono ancora annoverati nel numero delle sperimentazioni. È necessario che si passi a una applicazione diffusa, perché i progetti diventino più pervasivi e finiscano per toccare anche settori meno attivi.

smart manufacturing 1

Per restare al mondo al quale maggiormente si avvicinano i lettori di 3D Printing Creative, possiamo dire che dai dati dell’Osservatorio emerge anche un dato particolarmente positivo relativo all'Advanced Automation: qui si parla di una crescita del 169%, grazie al forte interesse sui “collaborative robot” e sull'Additive Manufacturing, specie in alcune nicchie applicative (aeronautica e difesa, medicale), mentre è ancora in fase di sperimentazione in altri comparti.
Per l’additive manufacturing, si parla di tassi di adozione del 20 per cento in particolare per le funzionalità di Rapid Prototyping, ormai in fase di piena maturità.
In questo segmento, l'innovazione potrebbe arrivare dall'adozione di un modello MaaS, manufacturing as a Service, di cui già sono esempi MakerCloud e Sculpteo.

LASCIA UN COMMENTO